Pollaio mobile

Moderatore: maxlinux2000

Avatar utente
calcola
Messaggi: 565
Iscritto il: 18 ott 2012, 9:51

Re: Pollaio mobile

Messaggio da calcola » 6 nov 2013, 8:31

Questo invece è solo il minuto che interessa:

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=1sDbrIkGChw[/youtube]


Scordavo di dirvi che sabato scorso ho portato fuori il pollaio dal recinto, dentro il recinto non vi è più un filo d'erba ed ho provato a lasciarle libere. Hanno scorazzato attorno al pollaio tutto il giorno, poi la sera sono rientrate da sole nella gabbia, per alimentare il sistema che chiude la porta ho dovuto usare una prolunga per la 220 ed una batteria per arduino. Quindi devo ora trovare un trasformatore dc-dc da 24 a 12v di almeno 5A per poter alimentare tutto a bassa tensione. Però se voglio veramente spostare il pollaio in ogni punto del terreno sarà necessario dotarlo di un pannello per ricaricare la batteria. Domenica sera ho riportato il pollaio dentro il recinto. Insomma anche le galline hanno fatto il fine settimana "fuori porta" :woot:

La conversione del filmato ha tolto molto in definizione, petr riferimento completo l'invio con due inquadrature di allarme scattate sempre il 16/10 alle 8 ed alle 10
Allegati
CH03_13_10_16_10_20_57.jpg
CH03_13_10_16_10_20_57.jpg (17.4 KiB) Visto 2660 volte
CH03_13_10_16_08_44_44.jpg
CH03_13_10_16_08_44_44.jpg (16.08 KiB) Visto 2660 volte

Avatar utente
calcola
Messaggi: 565
Iscritto il: 18 ott 2012, 9:51

Re: Pollaio mobile

Messaggio da calcola » 10 nov 2013, 22:38

Qualche immagine della porta scorrevole. E' una semplice cornice di metallo con rete che scorre su un binari. Il meccanismo di apertura e chiusura è un motorino da tergicristallo che aziona una barra filettata, la crociera è uno snodo per chiavi tubolari. I fine corsa sono interruttori a pressione di derivazione automobilistica.
Allegati
2013-11-09 13.31.19.jpg
2013-11-09 13.31.19.jpg (432.27 KiB) Visto 2655 volte
2013-11-09 13.30.55.jpg
2013-11-09 13.30.55.jpg (392.91 KiB) Visto 2655 volte

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7240
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Pollaio mobile

Messaggio da maxlinux2000 » 11 nov 2013, 11:52

molto bene!
la motorino mettici peró una copertura migliore che un sacchetto di nylon. Potresti usare un barattolo di vernice rovesciato e opportunamente tagliato per fare uscire la barra.

Azz, le tue galline vivono come delle regine! :D
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
calcola
Messaggi: 565
Iscritto il: 18 ott 2012, 9:51

Re: Pollaio mobile

Messaggio da calcola » 12 nov 2013, 0:11

Si certo, qualcosa metterò per proteggere il motore solo che ora non ho più tempo, ho dei lavori urgenti da fare prima che il terreno geli. Sai penso che gli animali vadano tenuti bene, un ricovero dalle intemperie, cibo ed acqua è il minimo che si possa fare.

Qualcuno avrà notato la barra gialla sullo "stipite" e il quadrato rosso sull'anta, sono dei riferimenti evidenti anche di notte, li ho messi per verificare mediante la telecamera esterna lo stato di apertura/chiusura della porta in modo da intervenire in caso di guasto. Peccato che di giorno vi siano parecchi cani randagi che girano, altrimenti potrei lasciarle libere, ho verificato che non si allontanano e la sera rientrano da sole nel pollaio. La chiusura notturna degli accessi al pollaio, nei fatti, è l'unica protezione che abbia un senso. Non deve esserci alcuna soluzione di continuità sul perimetro del pollaio, la rete deve essere a maglie strette, distesa anche sul tetto sotto le onduline.

Avatar utente
calcola
Messaggi: 565
Iscritto il: 18 ott 2012, 9:51

Re: Pollaio mobile

Messaggio da calcola » 4 dic 2013, 9:31

Aggiornamento: dopo alcune notti con temperature di -3/-5, ora posso dire che il sistema antigelo dell'acqua funziona, ho applicato una serpentina riscaldante sul fondo dell'abbeveratoio, nè ho usata una da 1m/10W ed è comandata dall'arduino dotato di sonda termica, si accende a +3 e si spegne a +6. Ma qualunque termostato può andare bene. La resistenza funziona a 220V, ma appena ne troverò una similare a 24V, ho intenzione di sostituirla.
La resistenza l'ho incollata con del silicone sul fondo, lato esterno, ma è impermeabile e volendo la si può mettere anche dentro l'abbeveratoio.
Volendo si potrebbe fare un calco del fondo per costruire una base con dentro olio o sabbia e una resistenza, il riscaldamento sarebbe più uniforme. Però così funziona quindi...
Allegati
antigelo.jpg
antigelo.jpg (322.38 KiB) Visto 2629 volte

Avatar utente
maxdef
Messaggi: 679
Iscritto il: 8 mar 2012, 8:34

Re: Pollaio mobile

Messaggio da maxdef » 4 dic 2013, 10:34

...che bello il filmato :woot: ...io propendo per la faina....comunque, stai facendo un gran bel lavoro,quelle galline hanno fatto 6 al superenalotto :D

Avatar utente
calcola
Messaggi: 565
Iscritto il: 18 ott 2012, 9:51

Re: Pollaio mobile

Messaggio da calcola » 4 dic 2013, 21:32

Si, mi sono convinto che è una faina, troppo bassa per essere una volpe. Non so tra me e le galline chi ci guadagna di più, sfornano uova a ripetizione, le stiamo pure congelando... le uova. Mi hanno detto che in inverno ne faranno poche, sarà, per il momento da 30 a 35 la settimana e sono 5 galline!

Avatar utente
calcola
Messaggi: 565
Iscritto il: 18 ott 2012, 9:51

Re: Pollaio mobile

Messaggio da calcola » 14 feb 2014, 8:03

Repico sul forum con cui ho condiviso ilmio progetto sin dalle sue origini il software e lo schema dei collegamenti elettrici, spero che possa essere utile ad altri.

Di seguito il software di gestione.

PRECISO CHE IL SOFTWARE E LA SCHEDA INDICATA SONO STATI PRODOTTI PER DILETTO E STUDIO, OGNI USO S'INTENDE A PROPRIO RISCHIO E PERICOLO, COMPRESI I COLLEGAMENTI ELETTRICI CHE COMUNQUE ANDREBBERO ESEGUITI DA PERSONALE COMPETENTE

TUTTI I MATERIALI (CODICE, ELETTRONICA, E SCHEDA) SONO RILASCIATI SOTTO LICENZA CC BY-NC-SA 4.0 (CREATIVE COMMONS USO NON COMMERCIALE) http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/deed.it


THIS PROJECT IS RELEASED ON CC BY-NC-SA 4.0 http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/

Commento ed istruzioni:

Chiude la porta circa 15 minuti dopo che fa buio (le galline vanno a letto...presto) e la apre a giorno fatto, poichè l'ora dell'alba e del tramonto sono variabili nel corso dell'anno, ho inserito una tabella di valori che sposta in automatico l'apertura e la chiusura in base al mese. La configurazione iniziale delle variabili permette d'impostare le temperature e l'orario base d'apertura e di chiusura, poi il programma adatta in automatico l'orario ai mesi dell'anno. Il tutto è configurato per l'alba ed il tramonto del nord-ovest d'Italia, per personalizzare in base al luogo dove è ubicato il pollaio o la porta, occorre anticipare l'ora di apertura di 15 minuti per il meridiano di Roma, ancora di 15 minuti per il meridiano di Taranto. Non penso sia necessario modificare l'orario di apertura.
Il software è intuitivo le eventuali modifiche sono facili da fare, al limite si ricarica il programma originale.
Le sonde termiche sono individuate con un numero, i valori riportati sono quelli delle mie sonde e devono essere corretti con i valori delle sonde realmente usate. Dopo aver caricato il programma se le sonde sono compatibili con il software, il sistema le rileva e nel listato in scorrimento nel monitor seriale dell'IDE appariranno delle righe in cui si legge la temperatura ed un numero. Sostituire il numero identificativo delle vostre sonde (variabile da 1 a 255) nel software, salvare e ricaricare il software, attenti a non confondere la sonda termica della scheda con quella ambiente. In tutto occorrono due sonde termiche, la prima è inserita nei tre fori presenti nel pcb dell'RTC ed orientata in base alla serigrafia presente dal lato batteria. Comunque se è montata male per serigrafia errata la sonda riscalda, quindi è necessario staccarla e risaldarla ruotata di 180°C, però gli ultimi RTC in vendita sono ormai corretti e non dovrebbero esserci problemi. Saldare sui piedini della sonda termica un cavo a tre fili e saldare all'altra estremità la seconda sonda, rispettare il collegamento come per la prima, volendo in parallelo alla prima ed alla seconda si possono mettere altre sonde, in teoria 255, in realtà non più di 4-5 sonde.


//---------------
//Aggiungo la libreria onewire va scaricata da http://www.pjrc.com/teensy/td_libs_OneWire.html
//
//ideato e realizzato da: antrec@geocities.com
//CC BY-NC-SA 4.0
//
//Versione che usa la stessa scheda del solare
//pin ancora liberi A2-A3-A6-A7;D9
#include "OneWire.h"
#include "Wire.h"
#include "RTClib.h"

RTC_DS1307 RTC;
#define RELAY 4 //acqua
#define RELAY1 5 //riscaldamento zona
#define VENTOLA 6 //raffreddamento arduino
OneWire ds(3);

//////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////

// INIZIO DATI SETTABILI

//Porta

int ora_apertura = 8;
int ora_chiusura = 17;
int minuti_chiusura = 45;


//Temperatura acqua

int minima_acqua = 3;
int massima_acqua = 6;

//Lampada
int temp_accensione = -5;
int ora_spegnimento = 8;
int ora_accensione = 18;

//ventola

int temp_ventola_on = 45;
int temp_ventola_off = 35;
/////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////

int calcolo_minuti_chiusura= (ora_chiusura*60)+(minuti_chiusura);
int calcolo_minuti_apertura= (ora_apertura*60);
int calcolo_minuti_chiusura2;
int calcolo_minuti_apertura2;

// SENSORI fine corsa comando motore

const int sensore_chiusura = 15;
const int RELAY_chiusura = 7;

int stato_sensore_chiusura = 1;

const int sensore_apertura = 2;
const int RELAY_apertura = 8;

int stato_sensore_apertura = 1;
//Variabile per memorizzare l'indirizzo della ram del DS1307
byte IndRam = 0x00;
//array per la data (unixtime)
byte Data[6];


int giorno;
byte mese;
int anno;
int ore;
int minuti;
int secondi;
float temp_scheda = -200;
float temp_ambiente = -200;



void setup()
{
//Apro la comunicazion seriale
Serial.begin(9600);
Wire.begin();
RTC.begin();
pinMode(RELAY, OUTPUT);
pinMode(RELAY1, OUTPUT);
pinMode(VENTOLA, OUTPUT);
pinMode(RELAY_chiusura, OUTPUT);
pinMode(sensore_chiusura, INPUT);
pinMode(RELAY_apertura, OUTPUT);
pinMode(sensore_apertura, INPUT);
if (! RTC.isrunning()) {
Serial.println("RTC is NOT running!");
// following line sets the RTC to the date & time this sketch was compiled
RTC.adjust(DateTime(__DATE__, __TIME__));
}

}

void loop()

{DateTime now = RTC.now();
ora_attuale();
temperatura();
acqua();
zona();
apertura_chiusura();
ventola();

}


//VOID

void temperatura()
{
byte i;
byte present = 0;
byte numero = 0;
byte type_s;
byte data[12];
byte addr[8];
float celsius;

if ( !ds.search(addr)) {
ds.reset_search();
delay(250);
return;
}
if (OneWire::crc8(addr, 7) != addr[7]) {
Serial.println("CRC is not valid!");
return;
}
switch (addr[0]) {
case 0x10:
type_s = 1;
break;
case 0x28:
type_s = 0;
break;
case 0x22:
type_s = 0;
break;
default:
return;
}
ds.reset();
ds.select(addr);
ds.write(0x44,1);
delay(1000);

present = ds.reset();
ds.select(addr);
ds.write(0xBE);

for ( i = 0; i < 9; i++) {
data[i] = ds.read();
}

unsigned int raw = (data[1] << 8) | data[0];
if (type_s) {
raw = raw << 3;
if (data[7] == 0x10) {

raw = (raw & 0xFFF0) + 12 - data[6];
}
}
else {
byte cfg = (data[4] & 0x60);
if (cfg == 0x00) raw = raw << 3;
else if (cfg == 0x20) raw = raw << 2;
else if (cfg == 0x40) raw = raw << 1;

}
celsius = (float)raw / 16.0;
Serial.print("Codice sonda =");
Serial.write(' ');
Serial.print(addr [1], DEC);
Serial.write(' ');
Serial.print("Nome sonda =");
Serial.write(' ');
numero = addr [1], DEC;

if (numero == 119) //sostituire il numero con quello che appare sul monitor seriale
{
Serial.print("Scheda");
Serial.write(' ');
temp_scheda = celsius;
}

if (numero == 208) //sostituire il numero con quello che appare sul monitor seriale
{
Serial.print("Pollaio");
Serial.write(' ');
temp_ambiente = celsius;
}



Serial.print("Temperatura = ");
Serial.print(celsius);
Serial.print(" C");
Serial.println();
Serial.println();
}



void acqua(){
if (temp_ambiente < minima_acqua ){
digitalWrite(RELAY, HIGH);}
else if (temp_ambiente > massima_acqua){
digitalWrite(RELAY, LOW);

}}
void zona()
{
if ((temp_ambiente<temp_accensione) && ((ore<ora_spegnimento) || (ore>=ora_accensione))){
digitalWrite(RELAY1, HIGH);}
else {
digitalWrite(RELAY1, LOW);
}
}

void apertura_chiusura(){

switch (mese){

case 1: (calcolo_minuti_chiusura2 = (calcolo_minuti_chiusura+30));(calcolo_minuti_apertura2 = calcolo_minuti_apertura); break; //18,15 -- 8,00
case 2: (calcolo_minuti_chiusura2 = (calcolo_minuti_chiusura+60)); (calcolo_minuti_apertura2 = calcolo_minuti_apertura-60);break; //18,45 -- 7,00
case 3: (calcolo_minuti_chiusura2 = (calcolo_minuti_chiusura+95));(calcolo_minuti_apertura2 = (calcolo_minuti_apertura-60)); break;// 19,20 -- 7,00
case 4: (calcolo_minuti_chiusura2 = (calcolo_minuti_chiusura+140));(calcolo_minuti_apertura2 = (calcolo_minuti_apertura-120)); break; //20,05 -- 6,00
case 5: (calcolo_minuti_chiusura2 = (calcolo_minuti_chiusura+180)); (calcolo_minuti_apertura2 = (calcolo_minuti_apertura - 180));break; //20,45 -- 5,00
case 6: (calcolo_minuti_chiusura2 = (calcolo_minuti_chiusura+180)); (calcolo_minuti_apertura2 = (calcolo_minuti_apertura - 180)); break;//20,45 -- 5,00
case 7: (calcolo_minuti_chiusura2 = (calcolo_minuti_chiusura+165));(calcolo_minuti_apertura2 = (calcolo_minuti_apertura - 180)); break; //20,30 -- 5,00
case 8: (calcolo_minuti_chiusura2 = (calcolo_minuti_chiusura+110));(calcolo_minuti_apertura2 = (calcolo_minuti_apertura - 180));break; //19,35 -- 5,00
case 9: (calcolo_minuti_chiusura2 = (calcolo_minuti_chiusura+55)); (calcolo_minuti_apertura2 = (calcolo_minuti_apertura-120));break; // 18,40 -- 6,00
case 10: (calcolo_minuti_chiusura2 = (calcolo_minuti_chiusura+15));(calcolo_minuti_apertura2 = (calcolo_minuti_apertura-60)); break;// 18,00 -- 7,00
case 11: (calcolo_minuti_chiusura2 = calcolo_minuti_chiusura); (calcolo_minuti_apertura2 = calcolo_minuti_apertura);break;// 17,45 -- 8,00
case 12: (calcolo_minuti_chiusura2 = calcolo_minuti_chiusura);(calcolo_minuti_apertura2 = calcolo_minuti_apertura); break;// 17,45 -- 8,00
default: (calcolo_minuti_chiusura2 = (calcolo_minuti_chiusura + 180)); (calcolo_minuti_apertura2 = (calcolo_minuti_apertura - 180)); //20,45 -- 5,00
}


int ore_minuti = (ore*60)+(minuti);
Serial.println("Pollaio2_5_bis calcoli con ora solare");
Serial.println();
//Serial.print("mese: ");
// Serial.println(mese);
Serial.print("Minuto attuale: ");
Serial.println(ore_minuti);
Serial.print("Apertura al minuto: ");
Serial.println(calcolo_minuti_apertura2);
Serial.print("Chiusura al minuto: ");
Serial.println(calcolo_minuti_chiusura2);

stato_sensore_chiusura = digitalRead(sensore_chiusura);
stato_sensore_apertura = digitalRead(sensore_apertura);

if ((ore_minuti<calcolo_minuti_apertura2) || (ore_minuti>=calcolo_minuti_chiusura2)){
if ((stato_sensore_chiusura) == LOW)
{digitalWrite(RELAY_chiusura, HIGH);
// delay(00);
digitalWrite(RELAY_apertura, HIGH);}
else{
digitalWrite(RELAY_chiusura, LOW);
delay(200);
digitalWrite(RELAY_apertura, HIGH);}
}
else{
if ((stato_sensore_apertura)== LOW)
{digitalWrite(RELAY_apertura, HIGH);
// delay (00);
digitalWrite(RELAY_chiusura, HIGH);}
else
{digitalWrite(RELAY_apertura, LOW);
delay(200);
digitalWrite(RELAY_chiusura, HIGH);}}
}

void ventola() {
{if (temp_scheda > temp_ventola_on )
digitalWrite(VENTOLA, HIGH);}
{if (temp_scheda < temp_ventola_off)
digitalWrite(VENTOLA, LOW);}
}

void ora_attuale()
{
DateTime now = RTC.now();
Serial.print("Ora letta dall'RTC :");
Serial.write(' ');
Serial.print(now.day(), DEC);
Serial.print('/');
Serial.print(now.month(), DEC);
Serial.print('/');
Serial.print(now.year(), DEC);
Serial.print(' ');
Serial.print(now.hour(), DEC);
Serial.print(':');
Serial.print(now.minute(), DEC);
Serial.print(':');
Serial.println(now.second(), DEC);
Serial.println();
Serial.println();
Serial.println();
Serial.println();
Serial.println("-------------------------------------");
ore = (now.hour());
minuti = (now.minute());
mese = (now.month());

}


// FINE LISTATO
//----------------


---------------
Allegati
Diagramma1.jpg
Diagramma1.jpg (113.8 KiB) Visto 2584 volte
Ultima modifica di calcola il 14 feb 2014, 22:35, modificato 2 volte in totale.

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7240
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Pollaio mobile

Messaggio da maxlinux2000 » 14 feb 2014, 16:12

calcola, ottimo lavoro e grazie per condividere i risultati!

Per favore apri una nuova discussione in OpenHardware, con il tuo ultimo messaggio.
Qui il tuo sw di gestione non ha la visibilità che si merita.

grazie
MaX
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
calcola
Messaggi: 565
Iscritto il: 18 ott 2012, 9:51

Re: Pollaio mobile

Messaggio da calcola » 14 feb 2014, 17:48

Fatto.

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7240
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Pollaio mobile

Messaggio da maxlinux2000 » 14 feb 2014, 18:22

grazie calcola

la discussione relativa alla parte del microprocessore arduino e il controllo della porta automatica, prosegue qui:
http://faidateoffgrid.altervista.org/fo ... 134&t=1773
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
calcola
Messaggi: 565
Iscritto il: 18 ott 2012, 9:51

Re: Pollaio mobile

Messaggio da calcola » 28 ott 2014, 9:29

L'esperimento sulla gestione del pollaio, automatico, a bassa richiesta di "lavoro", su ruote, è condotto ormai da più di un anno ed è possibile trarre un primo bilancio.
La scelta di costruirlo su ruote è stata indovinata infatti la possibilità di spostarlo ha permesso la scorsa estate un'agevole pulizia e disinfezione dell'area recintata antistante il pollaio, ciò ha permesso anche la raccolta del guano accumulato sotto il pollaio. Il guano recuperato è stato impiegato con successo nell'orto, anche se la concimazione (per problemi di tempo) è stata tardiva, in futuro la raccolta del guano occorre anticiparla a fine primavera.

Le galline sono state alimentate con mangimi vegetali naturali di vario tipo ed il consumo alimentare delle 5 galline si è mantenuto mediamente intorno a 25 kg/mese e senza apprezzabile variazione cambiando il tipo di mangime o la marca.

La produzione mensile media di uova è stata di 113-120 uova, con un massimo di 35 uova settimanali dalla fine dell'inverno ad inizio estate ed un minimo di 25 uova settimanali durante il cambio delle penne. La produzione delle uova durante la caduta delle penne è condizionata dal contenuto proteico del mangime, nel senso che con mangime a base di granaglie e con basso contenuto di proteine (8%) la produzione cala drasticamente, mentre si mantiene se il mangime è ad alto contenuto proteico (12-14%) per la presenza di farina di soia.

Sono stati rilevati alcuni difetti di progettazione del pollaio ai quali ho dovuto rimediare. Ricordo che la struttura inizialmente era costituita da una gabbia metallica di circa 2X2m dalla quale si accedeva ad un vano in legno (1,2 X 2m) che secondo le mia idea le galline avrebbero dovuto usare per trascorrere la notte, sulla parete posteriore della casetta in legno il nido per la deposizione. In realtà è subito emerso che le galline preferivano trascorrere la notte nella gabbia e che si recavano nel vano chiuso solo per deporre o durante l'inverno per bere, infatti a causa del freddo l'unica acqua non ghiacciata era quella dell'abbeveratoio riscaldato posto all'interno.
Hanno sempre usato il nido per la deposizione solo se costrette ed appena potuto hanno deposto direttamente sul pavimento della casetta in legno verso la parete posteriore, in prossimità del nido, ma fuori. Questo ha dato origine a degli inconvenienti, in primis all'accumulo delle uova in luogo diverso dal cassetto ha saltuariamente provocato la rottura delle stesse, in caso di assenza per due settimane o più la presenza delle uova a disposizione delle galline diventa notevole, inoltre l'accumulo delle uova ha svegliato l'istinto di chioccia di una gallina che ha iniziato per due volte a covare dalle 18-20 uova per volta, rovinandole (le uova non sono fecondate, non ho il gallo). Tutto ciò mi ha fatto rendere conto che le galline non capiscono la "disposizione" del pollaio in tre spazi: gabbia, casetta, nido. Usano solo due spazi: pollaio, nido. Interpretano la gabbia come pollaio e la casetta come nido. Quindi ho chiuso la parte posteriore della casetta con degli sportelli, eliminato i nidi posteriori ed al loro posto messo un cassetto delle uova largo e molto profondo. Nella gabbia le pareti sono state parzialmente rivestite con del truciolato di fibra di cocco (resistente umidità) per dare un minimo di protezione dai venti freddi invernali. Il pavimento di rete ricoperto con due lastre di policarbonato. Il policarbonato in lastre usato ha la struttura simile a quella del cartone ondulato. si piega facilmente e permette una agevole estrazione per la pulizia settimanale. Anche il pavimento della casetta in legno, ora nido per la deposizione è stato ricoperto da lastre in policarbonato. Le operazioni di pulizia e di governo settimanali, si limitano all'estrazione della lastra di policarbonato dell'ex gabbia, la pulizia della stessa con raccolta del guano direttamente in un secchio ed il rifornimento di mangime ed acqua, tempo massimo 10 min, una volta al mese dopo aver tolto le lastre di policarbonato si lava bene il pavimento con acqua, tempo richiesto per il governo mensile 30 min circa compreso il rifornimento di acqua e cibo.

Se dovessi costruirlo ora il pollaio, manterrei la scelta delle ruote, costruirei solo una casetta in legno (2X3m, pareti in truciolare da fibra di cocco) con pavimento fatto con rete metallica e coperto da lastre in policarbonato, due pareti le farei in parte con rete metallica e con la possibilità di copertura con pannelli in inverno, un nido posteriore largo quanto il pollaio, ma più stretto (2 X0,6m) e dotato di cassetto per le uova.

La porta scorrevole funge e svolge ininterrottamente la sua funzione dalla costruzione, ho solo dovuto aggiustare nel software l'orario di apertura e chiusura in base alla luce influenzata anche dall'orografia del territorio.

Devo migliorare la distribuzione dell'acqua, sostituire l'abbeveratoio con altro sistema. I consigli sono graditi.

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7240
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Pollaio mobile

Messaggio da maxlinux2000 » 28 ott 2014, 16:35

complimenti per l' analisi e grazie per i dettagli che ci dai

per l' orario di apertura del cancello, potresti mettere una piccola cella FV e analizzare la corrente in mA prodotta, con l'arduino.
Quando scende sotto un certo livello per più di 30 minuti, allora chiudi il cancello.
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
calcola
Messaggi: 565
Iscritto il: 18 ott 2012, 9:51

Re: Pollaio mobile

Messaggio da calcola » 28 ott 2014, 20:32

E' uno studio di fattibilità, l'obiettivo è verificare se si può gestire un piccolo allevamento familiare di uova o carne anche a distanza, al momento il risultato sembra positivo, è fattibile e cosa importante a costo energetico quasi zero, l'alimentazione elettrica deriva dai pannelli solari, il consumo è limitato a quando l'impianto commuta sulla rete per batterie scariche.

Si, lo so, in altro forum mi è già stato suggerito di mettere una cella fotoelettrica. Il fatto è che le galline vanno a letto appena fa buio, quindi la cella deve essere regolata per la chiusura quando fa proprio buio altrimenti qualcuna rimane fuori. Il pin analogico alla tensione di 0 volt riceve valore 0, mentre alla tensione massima di 5V riceve il valore 1024. Se regolo la chiusura al valore inferiore a 100 corrispondente al buio la porta la sera si chiude normalmente, ma durante le notti di luna piena, con la neve o la brina quando si crea luce diffusa ed al pin arriva superiore al valore 100, si apre o non si chiude affatto. Se regolo la chiusura ad un valore superiore, ogni sera si chiude prima dell'imbrunire e rimangono fuori. La cosa più semplice e sicura è l'orologio, è facile determinare l'ora del tramonto di ogni località, è sufficiente chiudere 30' dopo il tramonto. Nello specifico ho dovuto aggiustare il settaggio in quanto il pollaio è dietro una collina posta ad ovest, quindi il buio dall'inizio di settembre anticipa rispetto all'ora solare. Se invece di usare un pin analogico ne uso uno digitale, anche con una resistenza di pull-up, la situazione peggiora sensibilmente, è più difficile trovare il corretto settaggio.

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7240
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Pollaio mobile

Messaggio da maxlinux2000 » 28 ott 2014, 20:47

allora puoi fare questo.... doti l'arduino di un orologio con batteria a tampone, in modo che non possa perdere data e ora e imposti la data e ora esatta.
Poi fai un programmino (o una funzione) che a partire del 23-dicembre aggiunga 2 minuti al giorno alla chiusura/apertura....un minuto al mattino e uno alla sera.
In questo modo arrivi al 21 giugno con l'apertura/chiusura sincronizzata al sole.
Dai una occhiata alla effemeridi per sapere come funzionano. È anche possibile che questa funzione esista già fatta.

Per le galline ritardatarie, potresti pensare di tardare ancora 10 minuti la chiusura..... oppure metti un sensore rfid sulla porta e fissi un chip sulle galline.... collarino oppure fascetta sulle zampette.... cosí quando si avvicinano alla porta chiusa, questa si apre per 10 secondi e poi chiude.
Posizionandolo bene dovresti essere in grado di fare aprire la posta solo dall'esterno.
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7240
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Pollaio mobile

Messaggio da maxlinux2000 » 28 ott 2014, 20:50

Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
calcola
Messaggi: 565
Iscritto il: 18 ott 2012, 9:51

Re: Pollaio mobile

Messaggio da calcola » 29 ott 2014, 7:42

Se guardi lo schema della scheda della porta scorrevole, vedi che l'RTC è già presente ed il programma fa già quello che dici. Ho trovato un sito internet dove mettendo la località indica l'ora del tramonto di tutti i giorni dell'anno, da dicembre a giugno prendo in considerazione di ogni mese l'ora più tarda ed a quell'ora aggiungo 20', mentre da giugno a dicembre prendo in considerazione di ogni mese l'ora del tramonto più anticipata ed a quella aggiungo 20'. Questo in teoria, poi in pratica le cose si complicano, la presenza della collina alle spalle della località, anticipa l'ora del tramonto e non l'anticipa sempre degli stessi minuti nel corso dell'anno. Quindi qualche aggiustamento nei mesi estivi si è reso necessario. Questo solo il primo anno, nei prossimi anni non occorrerà modificare nulla.
Anche l'idea dell'RFID mi è già stata suggerita, ma senza offesa la ritengo una inutile complicazione, l'interesse è che la porta di notte sia chiusa, se poi si chiude 10 minuti dopo che fa buio o 30 minuti dopo, non importa, l'importante è che sia chiusa e che non si apra fino alla mattina successiva. Comunque la porta funziona e, come si dice, funziona? non toccare.
La cosa che devo ancora sistemare è la distribuzione dell'acqua, l'abbeveratoio va bene se l'acqua viene cambiata al massimo ogni tre giorni altrimenti si sporca. Devo trovare un nuovo sistema.

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7240
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Pollaio mobile

Messaggio da maxlinux2000 » 29 ott 2014, 9:12

per l' acqua, metti una elettrovalvola da giardinaggio e un timer che ogni 48-72 ore si apre per esempio 1 minuto, il tempo che si svuoti. Poi togli corrente e lei si chiude e il galleggiante dell' abbeveratoio riempie di nuovo.
Il timer ovviamente con l'arduino che controlla il cancello :)
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
calcola
Messaggi: 565
Iscritto il: 18 ott 2012, 9:51

Re: Pollaio mobile

Messaggio da calcola » 29 ott 2014, 9:23

L'abbeveratoio deve essere svuotato e pulito, la sporcizia si accumula, inoltre quando vado via l'impianto idrico non ha pressione. Piuttosto pensavo qualcosa alimentato da acqua in caduta, con un serbatoio alto, tempo fa un utente di questo forum, prevedendo il problema, mi aveva suggerito una soluzione. Solo che non ho capito quale dispositivo mi suggeriva.

Avatar utente
calcola
Messaggi: 565
Iscritto il: 18 ott 2012, 9:51

Re: Pollaio mobile

Messaggio da calcola » 29 ott 2014, 9:39

marcobr ha scritto:E le uova fresche chi se le mangia ?
L'acqua delle galline puzza già dopo 24 ore
Si trovano facilmente al consorzio agrario dei gocciolatoi/abbeveratoi per galline simili a quelli dei conigli
e si agganciano ad una rete a 30/40 cm da terra poi prendi del tubicino nero che vendono assieme ai gocciolatoi con curvette T e tappini ( spesa minima) e colleghi il tutto ad una vaschetta esterna mod.Water posizionata in alto col suo bel galleggiante e riparata dai raggi solari.Le uova saranno marce ma l'acqua sarà pulita.


era questo il post, al consorzio dove mi sono rivolto, hanno solo gli abbeveratoi a campana, di tutte le misure, ma solo quelli.

Del messaggio è tutto giusto tranne per "le uova marce" non marciscono affatto, anche quelle che ho raccolto dopo 20gg di ferie erano perfette, l'albume molto compatto ed il tuorlo bello alto. Mi sono documentato, le uova a temperatura ambiente durano fino ad un mese, in frigo due mesi, non saranno freschissime, ma ancora commestibili. Comunque quelle raccolte il sabato e la domenica, non appena deposte, non sono molto diverse da quelle deposte nel resto della settimana, nulla a che vedere con quelle del supermercato...

Inoltre ho rilevato che ai fini della conservazione è importantissimo che le uova deposte rotolino nel cassetto di raccolta, altrimenti il giorno dopo la gallina si accovaccia sulle uova già deposte nei giorni precedenti, questo non deve accadere il calore rovina le uova.

Rispondi

Torna a “L'isola di Crusoe”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti