Coltivare gli agrumi - Giardinaggio

Rispondi
Avatar utente
forma
Messaggi: 161
Iscritto il: 22 lug 2013, 1:37

Coltivare gli agrumi - Giardinaggio

Messaggio da forma » 21 dic 2012, 8:13

Coltivare gli agrumipreparazione del terreno alla messa a dimora delle giovani piante direttamente nel terreno o in vaso, dalle cure colturali come innaffiatura, sarchiatura del terreno e potatura dei rami sino alla raccolta dei frutti.Informazioni sugli agrumi.Gli agrumi appartengono alla famiglia delle Rutaceae e sono originari delle regioni estremo-orientali e dell`India. Oggi sono molto diffusi in Europa e soprattutto in Italia e Spagna. Di agrumi esistono vari generi come ad esempio il Citrus (di cui fa parte il limone, l`arancio, il mandarino); la Fortunella (di cui fa parte il mandarino cinese) e la Poncirus Trifoliata (un genere di arancio). I frutti degli agrumi si utilizzano in cucina per il consumo fresco, sottoforma di succhi, marmellate, canditi, ma anche per la preparazione di liquori ed oli usati in cosmetica.Condizioni climatiche ideali alla coltivazione degli agrumi.Il clima ideale per coltivare gli agrumi è quello del bacino del mediterraneo, quindi mite, con temperature non eccessivamente fredde né troppo calde, con precipitazioni frequenti ma non troppo abbondanti nel periodo autunnale ed invernale. Temono le temperature al di sotto degli 0 gradi e quelle che si avvicinano ai 40 gradi, che danneggiano l`albero ed i frutti. Temono inoltre i venti forti che possono spezzare i rami e farne seccare le foglie e i germogli.Caratteristiche ottimali del terreno e sua preparazione.Il terreno ideale per la coltivazione degli agrumi è a medio impasto, mescolato a ghiaia e sabbia per favorire il drenaggio dell`acqua e con torba e concimi organici per aumentare la fertilità del terreno. Il PH del terreno dovrebbe attestarsi introno a 6-7: per calcolarlo si può comprare un piaccametro in farmacia o presso negozi specializzati. Qualche mese prima della messa a dimora delle giovani piante è possibile effettuare una vangatura del terreno per renderlo della giusta consistenza e migliorare il drenaggio dell`acqua. Con l`aiuto di una vanga si smuove il terreno ad una profondità di circa 30cm e lo si ammorbidisce lavorandolo a lungo. Poi si passa alla concimazione, da effettuarsi con concime organico reperibile presso negozi specializzati.Mettere a dimora l`albero di agrume.E` consigliabile acquistare una pianta già cresciuta presso un vivaio o nei grandi supermercati nel periodo primaverile, quando è finito il pericolo di gelate. Con l`aiuto di una zappa si scava una buca profonda abbastanza per contenere tutte le radici del giovane agrume con il terreno ancora attaccato. Dopo averlo adagiato nel terreno, si ricopre l`alberello avendo cura di interrarlo bene per evitare che cadi a causa del vento. E` possibile anche installare un tutore cui fissare l`albero di agrume per sostenerlo. A questo punto si può innaffiare abbondantemente, evitando come sempre di inzuppare il terreno.Cure colturali: quando innaffiare, come fare la sarchiatura e come potare gli agrumi.Le irrigazioni sono meno frequenti in inverno e in autunno e si intensificano in estate, perché l`apporto d`acqua deve essere costante ma non eccessivo. E` consigliabile effettuare in primavera un lavoro di sarchiatura del terreno con un rastrello per arieggiarlo ed eliminare le erbe infestanti. In primavera si effettua la potatura dei rami secchi, danneggiati o attaccati da parassiti con cesoie o forbici disinfettate e affilate, facendo un taglio netto ed obliquo alla base del ramo.Raccolta degli agrumiQuando giungono a maturazione è possibile raccogliere i frutti degli agrumi, preferibilmente in una giornata non piovosa e in tarda mattinata. Per evitare di danneggiare i frutti si consiglia di staccarli dal rametto con una forbice. Una volta raccolti ed asciugati si pongono in cassette di legno o plastica e si ripongono in un luogo asciutto per evitare la formazione di muffe.Malattie e parassitiGli alberi di agrumi temono le crittogame come il mal secco o il marciume radicale che si sviluppano a causa dei ristagni d`acqua e che si combattono con anticrittogamici reperibili nei negozi specializzati. Tra gli insetti pericolosi per l`agrume vi sono gli afidi, le cocciniglie e la mosca della frutta che si eliminano con insetticidi. Se le cocciniglie attaccano un ramo, è necessario potarlo per evitare che si diffondano su tutto l'albero.La coltivazione degli agrumi in vasoSi possono coltivare gli agrumi in vaso sistemandoli in una zona soleggiata ma al riparo dal vento, soprattutto d`inverno. Il terreno deve essere a medio impasto e ben concimato con sostanze organiche e le irrigazioni non devono provocare ristagni d`acqua. Il rinvaso si effettua ogni 4-5 anni, avendo cura di non danneggiare le radici durante l'operazione.

Avatar utente
Lupo solitario
Messaggi: 47
Iscritto il: 30 mar 2011, 13:58
Località: TORINO

Re: Coltivare gli agrumi - Giardinaggio

Messaggio da Lupo solitario » 31 lug 2014, 16:20

Dunque premesso che sono assai ignorante in materia, ma appassionato, gradirei qualche consiglio.
Ho 5 alberi di arancio, ormai alti circa un metro e mezzo e sono partito da un seme qualunque .
Faranno mai frutti? I pareri sono discordi, chi dice di sì e chi no.
Secondo quesito, una di queste piante l'ho acquistata con tanto di innesto e aveva già dei frutti, ma raccolti questi non ne ha più dati.
Grande fioritura questa primavera, qualche frutto è rimasto, ma poi quando avevano la grossezza di un pisello sono caduti tutti.
Cosa posso fare? Qual'è la causa?
Le piante stanno benissimo e mettono anche gemme, ma fiori no...
Grazie in anticipo.

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7258
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Coltivare gli agrumi - Giardinaggio

Messaggio da maxlinux2000 » 31 lug 2014, 17:07

ciao lupus... capita anche al mio limone, ma non me ne intendo di giardineria, quindi ascolta gli altri.

CMQ per produrre qualche cosa devi fare i trattamenti a distanze regolari.. .cosa che io non faccio mai :D
Inoltre vanno anche potati altrimenti fa molte foglie ma niente frutto.
Vedo qui da me che i contadini passano diverse volta all'anno con i trattamenti...ma non ti so dire quali.
Vedo anche che i campi di arance abbandonati, e quindi non trattati... non producono frutta, se non qualche malatissima arancia per albero. Quindi ci deve essere una relazione per forza.

Ricordo che da piccolo avevamo un arancio e un limone in orto, e mio padre non gli dava assolutamente niente, ma quelle che ho io non sono daccordo :D

Probabilmente nel corso degli anni sono arrivate nuove malattie che colpiscono alberi che prima erano immuni. Pensa che persino l' ulivo adesso si ammala!!

dimenticavo.... ma ci sono api e vespe dalle tuo parti? parlo degli insetti, non dei motorini :D :D
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7294
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Coltivare gli agrumi - Giardinaggio

Messaggio da Ferrobattuto » 1 ago 2014, 20:36

Ciao Lupo!!! Ben riletto! :woot:
Che diamine, fatti vedere più spesso, no? :lol:

Comunque, gli agrumi soffrono molto per umidità nebbia e scarsità di sole, poi necessitano ogni tanto di concime specifico, e le potature si fanno "controtempo", almeno dalle nostre parti, ossia maggio-giugno. Anche quì da noi vanno messi a dimora in posti riparati dalla tramontana e dal freddo, possibilmente in angoli soleggiati.
Nel paese dove vivo io, probabilmente per ragioni climatiche o di chimica del terreno, prosperano scarsamente, mentre in altri paesi vicini prosperano e fruttificano senza trattamenti particolari.
Spero ti possano rispondere meglio altri (tanti.....) che ne sanno più di me. :D
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
savy91
Messaggi: 103
Iscritto il: 9 feb 2014, 17:01
Località: Poggiorsini

Re: Coltivare gli agrumi - Giardinaggio

Messaggio da savy91 » 29 ago 2014, 3:09

Ciao lupo io un po ne capisco perche lo faccio di mestiere e le ho anche studiate... prima cosa le piante nate dai semi dei frutti non produrranno mai il frutto da cui sono.stati presi preche la pianta che ne nasce e un franco (selvatico) di quella varieta quindi un consiglio e fare un innesto magari con una varieta autofertile altrimenti ti serve una pianta maschio per l'impollinazione.... passando al problema dei frutticini caduti x quello che ho letto il problema puo essere dovuto alla temperatura: 1) un eccessiva escursione termica tra il giorno e la notte; 2) un'improvvisa gelata che ti brucia tutti i frutti e non raccogli piu nnt.... per quanto riguarda i tratramenti non sono estremamente necessari si fanno solo nel caso si ha un invasione x ovviare fai lotta biologica e metti trappole cromotropice (attirano l'insetto dannoso tramite il colore) per la mosca se la trappola presenta per quadratino un elevato numero di insetti devi intervenire altrimenti i frutti li mangiano le larve per le malattie non servono se la pianta non mostra nessuna patologia ( foglie ingiallite, rami secchi, corteccia danneggiata ecc) per il momento non so dirti di più bisognerebbe vedere le piante come sono se metti delle foto magari sapro dirti di piu spero di esserti stato di aiuto :)

Rispondi

Torna a “Giardinaggio”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti