Cambio d'abito per un vecchissimo 386.

Rispondi
Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7079
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Cambio d'abito per un vecchissimo 386.

Messaggio da Ferrobattuto » 16 feb 2014, 19:03

Come ho scritto quì: http://www.faidateoffgrid.altervista.or ... =13&t=1756 ho un vecchio 386SX a 25MHz al quale sono affezionato.
Il chase, com'era in uso a quei tempi (1992), era di tipo orizzontale, piuttosto grande ed ingombrante, tanto che normalmente si usava metterci sopra il monitor, e anche poco razionale come disposizione interna. Infatti la scheda madre per buona parte è coperta dall'alimentatore rendendo difficile alcuni interventi, come l'intervenire sulle memorie, o la sistemazione degli HD, come si vede dalla foto.

386-01.JPG
386-01.JPG (157.42 KiB) Visto 933 volte


Riacceso dopo circa 10 anni ha avuto il coraggio di riavviarsi. La data dell'ultima accensione è scritta su una targhetta incollata sull'HD, al quale feci un controllo con lo "Scandisk" e una deframmentazione col "Defrag" del DOS.

386-02.JPG
386-02.JPG (130.66 KiB) Visto 933 volte


Ovviamente si era scaricata la batteria di backup della BIOS, per cui ho dovuto reinserire i dati dell'HD manualmente, in quanto a quei tempi l'autodetect dell'HD ancora non c'era. La batteria è di quelle ricaricabili, come si usava in quel periodo, anche se dopo qualche ora di funzionamento non è stata in grado di mantenere a memoria i settaggi.
O.K. Visto che non si possono mettere più di due allegati, continuo nel prossimo post. Ne dovrò fare almeno 5.....
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7079
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Cambio d'abito per un vecchissimo 386.

Messaggio da Ferrobattuto » 16 feb 2014, 19:15

Ho deciso di trasferirlo in un minitower, più razionale e meno ingombrante. Questo nella foto.

386-03.JPG
386-03.JPG (142.47 KiB) Visto 930 volte


Vista anteriore. Non ho coperto l'etichetta della ditta che li montava perché ormai non esiste più. :D
La finestrella dove di solito c'è l'indicatore della frequenza rimarrà vuota, penso che scriverci "25" serva a ben poco.....

386-04.JPG
386-04.JPG (121.18 KiB) Visto 930 volte


Ovviamente è un contenitore adatto a computer di quell'epoca, in quanto allora non c'erano espansioni particolari sulla scheda madre, ma solo il bus con molti connettori per le schede, i connettori in cui inserire le memorie RAM (ancora a 32 pin) e la presa per la tastiera, poi TUTTO era aggiuntivo, controller, scheda grafica, ecc ecc.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7252
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Cambio d'abito per un vecchissimo 386.

Messaggio da maxlinux2000 » 16 feb 2014, 19:36

il mio primo 386 aveva il chase vericale alto 80 cm :D :D e pesava 20 kg :sick:
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7079
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Cambio d'abito per un vecchissimo 386.

Messaggio da Ferrobattuto » 16 feb 2014, 19:51

Quì sotto si vede la scheda madre, fissata sul piano destro interno del contenitore, smontato per l'occasione.

386-05.JPG
386-05.JPG (150.48 KiB) Visto 925 volte


Sulla scheda in alto destra si vede il connettore bianco a pettine di alimentazione, alla sua sinistra il connettore della tastiera, alla sua destra l'integrato che gestiche la scheda e le periferiche, ancora a destra la BIOS. Vicino il coprocessore matematico, che a quei tempi era esterno, e popolo udite udite, funzionava a 80MHz! Subito sotto, più piccola, la CPU..... Dai primi 486 in poi il coprocessore matematico venne integrato nella CPU e da allora non fu più necessario aggiungerlo esterno, però le CPU cominciarono a scaldare e necessitarono di dissipatore con ventolina. Funzionavano ancora tutti a 5V, per cui scaldavano abbastanza, infatti le CPU successive, con clock maggiore degli 80MHz in poi, scesero di tensione ai 3,3V. In genere l'alimentatore dava ancora i 5V, che però venivano abbassati sulla scheda madre da un integrato apposta.
Sotto al connettore di alimentazione c'è la BIOS della tastiera..... :D Erano due integrati ben distinti.... Infatti a me capitò che si rovinasse una BIOS per del processore e potei sostituirla, sfilandola dallo zoccolo, con un'altra simile, anche se di marca differente, e il computer riprese a funzionare tranquillamente, naturalmente dopo aver ripristinato i dati nel setup.
Sotto ci sono i connettori (neri) per le espansioni, e sotto ancora quelli per le memorie, otto in tutto.
Quella scheda madre sopporta fino a 16Mbyte (!!!) di memoria RAM, del tipo a 80 nanosecondi. Lì ce ne sono 8 da 1 Mega. Per un computer simile, che si può usare solo col DOS, 8 o 16Mbyte sono un'aenormità! Il DOS usa solo 640Kbyte di memoria per funzionare. Il resto serve solo per eventuali programmi di grafica o per..... Windows.
Sotto: ho rimontato tutto nel nuovo contenitore.

386-06.JPG
386-06.JPG (148.66 KiB) Visto 925 volte


Sotto l'alimentatore si vede, nell'ordine: Il controller degli HD e dei floppy, che in più ha anche le uscite per le prese seriali e la parallela. Subito sotto il controller per il CD rom (rigorosamente 6X.....) dedicato, in quanto almeno per i primi tempi a seconda della marca "dialogavano" differentemente. Ancora sotto la scheda grafica Realtek, con 1 Mega di RAM video, massima risoluzione 1024x768-256 colori, con i suoi driver specifici, altrimenti 800x600-256 colori.
In ultimo in basso scheda audio Soundblaster compatibile, coi connettori di ingresso e uscita, rigorosamente connessa al CD rom col cavetto di bassa frequenza, in quanto per avere l'estrazione digitale del suono mi pare che si sia dovuto aspettare Window 98, se ricordo bene.
Dietro al frontale abbiamo, da sopra il CD rom, sotto il floppy, e sotto i due HD, che da fuori ovviamente non si vedono. Quello superiore è da 270Mbyte, e contiene il sistema opertivo DOS, Windows 3.1 e qualche altro programma, quello inferiore è quello su cui si vedeva l'atichetta scritta a mano, è da 540Mbyte ed è vuoto. In origine serviva come "memoria di massa", adesso non è collegato perché vorrei trovare una verione di Linux da installarci sopra.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7079
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Cambio d'abito per un vecchissimo 386.

Messaggio da Ferrobattuto » 16 feb 2014, 20:07

Quì sotto ripreso di tre quarti, si vede anche il frontalino, e qualche altro particolare dentro.

386-07.JPG
386-07.JPG (138.81 KiB) Visto 923 volte


Prima di riaccenderlo ho dovuto sostituire la batteria di Backup della BIOS, in quanto quella che c'era era andata. Non tratteneva la carica. Non è la prima che la cambio, infatti all'origine ara saldata sulla scheda, era una Ni-Cd a tre elementi, di quelle che in passato si usavano anche per le memorie dei TV. L'avevo già sostituita con una simile diversi anni fa, ma collegata all'esterno della scheda tramite un cavettino bipolare e collegata alla presa "batteria esterna" sulla scheda. Questo per non far sentire troppo il saldatore sulla scheda, che ha piste sottilissime e saldature piccolissime, piuttosto delicate. Ora l'ho sostituita con una al litio, di eguali caratteristiche, tanto la tensione è la stessa. Entrambe i tipi sono batterie ricaricabili....
Riacceso e reinseriti i dati nella BIOS è ripartito come se niente fosse.....

386-08.JPG
386-08.JPG (121.29 KiB) Visto 923 volte


Schermata del DOS sul monitor..... Che tra l'altro è quello suo originale..... :woot: Anche a questo è bastato dare una sana spolverata interna con un pennello, e una buona pulita intorno alla presa dell'alta tensione del tubo, due spruzzatine di disossidante ai potenzionetri, ed è ripartito alla grande. Naturalmente non so quanto durerà ancora..... Poi ha delle possibilità molto limitate, praticamente quelle della scheda grafica che ho descritto prima. Risoluzioni maggiori non sono possibili.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7079
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Cambio d'abito per un vecchissimo 386.

Messaggio da Ferrobattuto » 16 feb 2014, 20:22

Quì sotto una schermata con Windows 3.1, alla massima risoluzione.

386-09.JPG
386-09.JPG (121.13 KiB) Visto 922 volte


Dal vero la schermata è molto nitida, naturalmente la foto non è al meglio.... Sotto invece quando tutto è richiuso e pronto per funzionare.

386-10.JPG
386-10.JPG (140.56 KiB) Visto 922 volte


Quello sotto al mouse è il manuale originale della scheda madre, dentro c'è quello della scheda grafica, del controller degli HD, con tutti i settaggi possibili da fare coi jumper, e quello del controller del CD, stessa solfa.
A quei tempi praticamente sulla scheda madre non era integrato niente, e le varie espansioni andavano settate spostando o inserendo e disinserendo dei jumper sugli appositi collettori. Poi con l'avanzare delle integrazioni si è arrivati alle odierne schede madri su cui c'è già praticamente TUTTO, grafica, suono, rete, prese di tutti i tipi.
Ma prima non era così. Si potevano e si dovevano fare periodici aggiornamenti dell'hardware, resi in seguito inutili dalla velocità dell'evoluzione tecnica.
Ora non mi resta che trovare un sistema operativo adatto.....
Il prossimo computer che torturerò sarà il suo fratello più giovane: un 486DX4 a 120MHz. :lol:
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7252
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Cambio d'abito per un vecchissimo 386.

Messaggio da maxlinux2000 » 16 feb 2014, 20:27

bel lavoro.

stavo guardando un distribuzione linux eventuale... minimo 386 con coprocessore e 8MB di ram... direi che ci siamo :D
http://freescofaq.hopto.org/351438_83_e ... ht=minimum

ovvio che questa distro non ti serve, ma è per dare una idea,
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7079
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Cambio d'abito per un vecchissimo 386.

Messaggio da Ferrobattuto » 16 feb 2014, 20:42

Perché non mi serve?.... :blink:
Non andrebbe bene su quel 386?
C'è pure il coprocessore matematico..... :lol:
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7079
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Cambio d'abito per un vecchissimo 386.

Messaggio da Ferrobattuto » 16 feb 2014, 21:06

Una domanda, che apparentemente non è in argomento, ma invece utile in questo caso:
Come si fa ad usare il floppy con linux come Debian o Ubuntu?
Il sistema operativo lo vede, o meglio, vede che c'è un driver per i dischetti da 1,44Mbyte, ma non riesce a leggere o scrivere sul dischetto.
Non credo che dipenda dalla formattazione con Fat16, in quanto anche le pennette USB sono formattate con lo stesso system fat16, e quelle le vede benissimo.
Lo chiedo perché questi vecchi computer hanno accesso solo da floppy o da HD, niente partenze da CD rom.....
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7252
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Cambio d'abito per un vecchissimo 386.

Messaggio da maxlinux2000 » 17 feb 2014, 0:31

il floppy è un device come gli altri.... mi pare si chiamassero /dev/fda1 o qualche cosa del genere... è tanto tempo che non li uso, ma si comportano esattamente come gli altri.

piuttosto, leggi con il traduttore questo articolo sulle minidistro, in particolare alla tinylinux

http://blog.desdelinux.net/las-mejores- ... nes-linux/

tinylinux: http://tiny.seul.org/es/
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7079
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Cambio d'abito per un vecchissimo 386.

Messaggio da Ferrobattuto » 17 feb 2014, 17:45

Ottimo!
Il sito di Tinylinux è anche in italiano..... E c'è tutta la spiegazione passo per passo.
Però posso fare soltanto l'installazione da dischetti, per ora non trovo tra le mie cianfrusaglie una scheda di rete che abbia il connettore ISA. Forse ce l'ha quel mio amico che me li passava..... :D

Tornando al floppy, il mio computer più grande, quello su cui ho installato Debian7, non riesce a leggere i dischetti che inserisco nel drive, anche se il sistema operativo vede che il drive da 1,44 c'è. Ora i casi sono due: o è un problema hardware, o è un problema software. Di driver floppy ne ho una catasta, funzionati, per cui posso provare a sostituirlo. Se poi ancora il problema persiste, evidentemente è un problema software.
Domani vedo di sostituirlo, poi ti faccio sapere.
Se invece nel frattempo è possibile fare qualche tentativo per capire cos'è, spiegami cosa devo fare. :D
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Fabio13
Messaggi: 111
Iscritto il: 19 ago 2012, 18:38

Re: Cambio d'abito per un vecchissimo 386.

Messaggio da Fabio13 » 17 feb 2014, 22:39

Ottimo lavoro!

Volevo risponderti per il discorso floppy, ho acceso il vecchio PC con Debian 6 ed un floppy e non mi funziona neanche a me...
Eppure mi ricordavo che qualche tempo fa funzionava perfettamente... bastava inserirlo e cliccare sull'icona.
Che sia uscito fuori qualche bug software??? Boh...

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7079
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Cambio d'abito per un vecchissimo 386.

Messaggio da Ferrobattuto » 17 feb 2014, 22:43

Se prima funzionava e ora non funziona più potrebbe essere anche un problema hardware. A me invece il floppy non ha mai funzionato, neanche con l'Ubuntu che avevo prima, che poi sarebbe un Debian anche lui.....
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7252
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Cambio d'abito per un vecchissimo 386.

Messaggio da maxlinux2000 » 17 feb 2014, 23:04

mi spiace non potrer aiutare, è che il floppi sono anni che non ce l'ho.

Ferro potrebbe anche essere semplicemente colpa dei permessi dell' utente.

Controlla se in /etc/group hai una linea tipo questa:

floppy:x:25:ferrobattuto

se non cè aggiungila, fai il logout e poi il login e prova i floppy
Cogito, ergo NO SUV !!

Fabio13
Messaggi: 111
Iscritto il: 19 ago 2012, 18:38

Re: Cambio d'abito per un vecchissimo 386.

Messaggio da Fabio13 » 19 feb 2014, 20:34

Stasera ho avuto cinque minuti per fare un po' di prove con il floppy.
Il drive floppy ed i dischi sono sani, quindi non è un problema hardware, in realtà mi sarei stupito del contrario quella è la "bella elettronica" robusta che andava di moda qualche anno fa :-).

Quindi, l'unica possibilità è che ci sia stato qualche aggiornamento (un nuovo kernel, un file di configurazione errato) che ha "bloccato" il floppy.
Ho trovato questa guida: http://www.securitybeacon.com/?p=1110

In pratica dice di modificare il file: /lib/udev/rules.d/80-udisks.rules

Cercare le stringhe che riportano:

Codice: Seleziona tutto

# PC floppy drives
#
KERNEL==”fd*”, ENV{ID_DRIVE_FLOPPY}=”1″

# USB floppy drives
#
SUBSYSTEMS==”usb”, ATTRS{bInterfaceClass}==”08″, ATTRS{bInterfaceSubClass}==”04″, ENV{ID_DRIVE_FLOPPY}=”1″


E sostituire SOLO in quelle stringhe dove ci sono gli ="1" con degli ="0". Fatto questo riavviare il PC.

Io ho provato ed il floppy è tornato a funzionare.

Ovviamente fare attenzione a modificare quel file perché è quello che contiene i dati di configurazione di tutti i dischi (HD, CD-ROM, Floppy...).

Rispondi

Torna a “Hardware”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite