Turbina Micropelton

Avatar utente
udos46
Messaggi: 20
Iscritto il: 25 gen 2014, 22:08
Località: lugano
Contatta:

Re: Turbina Micropelton

Messaggio da udos46 » 12 set 2015, 16:39

ciao ferrobattuto

ci sono dei generatori che in funzione della girella e salto, che danno una tensione molto alta
per es. la mia turbina da 3x230 volt a 600 giri e 3x400volt a 1000 giri:
se uso lampadine 230, mi divido il carico sulle 3 fasi e non ci sono problemi
se mi gira a 1000 giri, per varie ragioni, o metto dei caricabatterie trifase o altrimenti mi devo creare il neutro (questo per casi di alternata)
Quando raddrizzo e livello le 3 fasi, da Vbatt > 3 volt,fino a 150 volt DC, ci sono dei ottimi regolatori MPPT
del solare , sia 12 che 24 volt
oltre i 150 volt DC vanno usati dei caricabatterie elettronici 230 AC che normalmente se entri in DC, funzionano dai 70 ai 320 volt DC ( e usi il piu e meno del ponte raddrizzatore)
ci sono casi che hai tensione DC piu alta dei 320 volt, quindi avendo disponibile il neutro,
hai la possibilita' di collegare un caricabatterie elettronico , tra neutro e positivo, e un secondo caricatore , tra neutro e negativo
ora con i led che la fanno da padrone, puoi alimentarli direttamente in DC
che gia sui 70 volt,fino a 280 V e' sufficiente per farli funzionare
se invece vai in rete, non serve il neutro , ma basta raddrizzare e livellare che dai 300 ai 600 volt c' e' una ampia scelta di mppt

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2183
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Turbina Micropelton

Messaggio da Dolomitico » 13 set 2015, 11:13

udos46 ha scritto:ciao Dolomitico
son fatti proprio per uso auto:
basso costo e 300 000 Km ( diciamo 3000 ore... continuativo... non arrivano a 1 anno sulle turbine
il pacco sono di lamiera da carrozzeria,, infatti a pieno carico, scottano di parecchio malgrado la ventola, la eccitazione arriva a 6 A a 12 volt ..
mentre un servomotore brushless ha dei ottimi magneti e basso traferro , protezione IP 64 , bilanciati bene...e con basso coggin , rendimento alto, ideale per queste applicazioni
Le spire influenzate dal campo magnetico sono molto lunghe rispetto alla interconnessione
della matassa successiva, (cio' che nell auto sono piu i mm di collegamento che quelli in cava)....


Bella spiegazione.. :o: in effetti tutto calza,insomma vuoi dire che per migliorarli bisogna sostituire i lamierini aggiungendone un bel pò in maniera da allungarne lo spessore.
In effetti mi hai fatto venire in mente che è lo stesso problema che si verifica sugli alternatori delle turbine eoliche usando magneti tondi,hai molto spreco sul rame delle bobine rispetto a quello attraversato dal flusso magnetico.
Ho visto che alcuni modificano gli alternatori a spazzole eliminando il rotore per montarne uno a magneti,cosi elimini le spazzole e l'eccitazione.

Rispondi

Torna a “Idroelettrico”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite