Pompe di calore, ma convengono veramente?

Moderatore: Ferrobattuto

Avatar utente
unimatrixzero
Moderatore
Messaggi: 565
Iscritto il: 21 set 2017, 22:04

Re: Pompe di calore, ma convengono veramente?

Messaggio da unimatrixzero » 5 apr 2018, 21:22

come sempre ottima spiegazione @ferrobattuto ! :B):

quindi .. alla fine convengono .. come dicevo io

a livello pratico spendi per 1 kw di corrente e ne escono fuori 5 kw di calore ,
poi che la differenza la prenda dove voglia va bene ! basta che nn sia dalle nostre tasche :woot:
Riposa in pace Bob Harte .

giuseppe.rocco
Messaggi: 114
Iscritto il: 8 lug 2016, 11:04

Re: Pompe di calore, ma convengono veramente?

Messaggio da giuseppe.rocco » 6 apr 2018, 14:35

@ Ferrobattuto si io abito a Paternò CT,il clima non e in tutti i posti uguale, a chi più a chi meno ma conviene sempre.

Avatar utente
trattore
Messaggi: 156
Iscritto il: 16 apr 2016, 12:10

Re: Pompe di calore, ma convengono veramente?

Messaggio da trattore » 26 lug 2018, 16:29

Salve a tutti, sono qui per assillarvi di nuovo, stò meditando se vale la pena installare un boiler scalda acqua con pompa di calore integrata, sui 200-300 litri, ma vorrei collegarlo in maniera un pò strana, mi spiego: ho già un boiler da 300 litri collegato ai pannelli solari termici, e caldaia pellet, in certi periodi non accendendo la caldaia si raggiungono solo i 35-40 gradi (con l'onere di accenderla e scaldarne tutta la massa solo per poca acqua calda) per cui vorrei collegare mediante una valvola a tre vie l'uscita acqua calda del boiler del solare con l'ingresso del boiler pompa di calore che mi permetterebbe di innalzare la temperatura ai 45-55 gradi, (ovviamente quando è già calda si devia ad uso diretto senza farla passare dalla pompa di calore), ho visto che questi boiler montano un compressore da 500-750 watt di assorbimento, non molto gravoso per il fotovoltaico anche se è inverno,poi inoltre con due tubazioni preleverei l'aria che è nel sottotetto non abitabile, riacchiappando il calore che tenta di sfuggire dal tetto, per evitare di pescare aria gelida all'esterno,che ne pensate, qualcuno ha gia esperienza in merito, grazie per la pazienza

Avatar utente
unimatrixzero
Moderatore
Messaggi: 565
Iscritto il: 21 set 2017, 22:04

Re: Pompe di calore, ma convengono veramente?

Messaggio da unimatrixzero » 26 lug 2018, 21:33

trattore mi hai fatto venire un' idea anche a me.. utilizzare il condensatore del climatizzatore (la parte esterna calda per capirci) per scaldare l'acqua sanitaria... praticamente un radiatore ad acqua (tipo auto) davanti a quello esistente.. potrebbe anche funzionare.
Allegati
u-esterna.jpg
u-esterna.jpg (61.65 KiB) Visto 2791 volte
Riposa in pace Bob Harte .

Avatar utente
trattore
Messaggi: 156
Iscritto il: 16 apr 2016, 12:10

Re: Pompe di calore, ma convengono veramente?

Messaggio da trattore » 26 lug 2018, 22:25

Non sò, così penso che scaldi poco, e potresti mandare in crisi il compressore, una soluzione c’è, nei grandi refrigeratori e vasche frigorifere viene deviata dal lato alta pressione del compressore la relativa tubazione e inviata ad una piastra di scambio gas-acqua connessa ad un boiler a doppia serpentina (questo per massimizzare lo scambio) , sò che in una azienda refrigerando 2000 litri di latte da 25 a 4 gradi si scaldano 500 litri di acqua a circa 55 gradi, con un compressore da 5 kw, nel tuo caso credo che devi stravolgere il condizionatore, e avere la necessaria attrezzatura per creare il vuoto e la ricarica del gas, nonché la corretta procedura di smaltimento del gas estratto.

Avatar utente
unimatrixzero
Moderatore
Messaggi: 565
Iscritto il: 21 set 2017, 22:04

Re: Pompe di calore, ma convengono veramente?

Messaggio da unimatrixzero » 28 lug 2018, 2:12

si, si , era un'idea ovviamente buttata li, ma credo che utilizzando un qualcosa tipo un puffer .. insomma immergere il radiatore del condensatore in un vascone pieno di acqua dei sanitari magari il tutto chiuso ermeticamente per evitare perdite di pressione dell'acqua ... qualcosa di positivo ne potrebbe saltare fuori :woot:
Riposa in pace Bob Harte .

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7288
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Pompe di calore, ma convengono veramente?

Messaggio da Ferrobattuto » 28 lug 2018, 12:25

Non metterci dentro anche il motore del ventilatore, mi raccomando! :D
Scherzi a parte, immagino che il radiatore dovresti montarlo orizzontalmente, in modo che i moti di convenzione dell'acqua dovuti al calore passino naturalmente tra le lamelle. In alternativa dovresti metterci un agitatore...... Ma diventa complicato. ;)
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
mastrovetraio
Moderatore
Messaggi: 2853
Iscritto il: 25 nov 2012, 14:01
Località: provincia di Ferrara
Contatta:

Re: Pompe di calore, ma convengono veramente?

Messaggio da mastrovetraio » 28 lug 2018, 13:48

Il condensatore normalmente è un tubo di rame su cui sono inserite a forza le alettature di alluminio. Sono due metalli piuttosto "cornuti", immergerli in un contenitore pieno di acqua penso scatenerebbe corrosione galvanica molto aggressiva. Ma forse si sfalderebbe l'alluminio, lasciando in pace il rame inquinando però l'acqua, insomma per farla breve non credo sia così semplice. Nei condizionatori con il condensatore ad acqua "di fabbrica" è fatto con una grossa spirale anzi, come una grossa molla cilindrica con due tubi coassiali, in quello più esterno scorre acqua in controcorrente, in quello interno il gas frigorifero caldo.

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7288
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Pompe di calore, ma convengono veramente?

Messaggio da Ferrobattuto » 28 lug 2018, 20:31

Potrebbe togliere le lamelle in alluminio, tanto con l'acqua lo scambio è sicuramente maggiore in ogni caso.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 981
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: Pompe di calore, ma convengono veramente?

Messaggio da jpquattro » 28 lug 2018, 21:52

Premessa... il progetto mi lascia... come dire? molto molto perplesso?
Ma comunque, se c'è un problema di corrosione elettrolitica forse è meglio usare un fluido di scambio intermedio (olio?) e dentro lo stesso olio infilare una serpentina di rame che porta l'acqua da scaldare... se uno sta attento ai dislivelli e non è tanto avaro con i diametri magari riesce anche a far circolare tutto "a termosifone"...

Perché se riesci a spennare lo scambiatore di TUTTE le sue lamelle (credimi sono TANTE) senza intaccare il tubo ti pago un caffé...

Comunque se uno riesce a accroccare uno scambiatore del genere gli conviene farci circolare l'acqua di falda (anche quella superficiale andrebbe bene...), e ci guadagnerebbe un sacco di più in rendimento, in funzionamento invernale (se prendi la falda profonda il sistema funziona anche a -30, come abbiamo detto)... altro che il recupero di quale Kcal per fare la doccia...

Paolo

Avatar utente
trattore
Messaggi: 156
Iscritto il: 16 apr 2016, 12:10

Re: Pompe di calore, ma convengono veramente?

Messaggio da trattore » 29 lug 2018, 12:21

Se uno ha un amico frigorista si può fare uno scambiatore ad hoc, creare una piastra termodinamica, sonda geotermica ecc, con poca spesa, anche perchè la pressione in uscita dal compressore nei sistemi più semplici va dai 12- 15 bar, in quelli più performanti si può arrivare ai 45 bar, non sò se mi spiego, servono tubi tosti......e valvole di espansione gas termostatate.....pressostati di sicurezza sia nel lato pressione che nel lato vuoto il tutto adeguato al funzionamento modificato.

Avatar utente
mastrovetraio
Moderatore
Messaggi: 2853
Iscritto il: 25 nov 2012, 14:01
Località: provincia di Ferrara
Contatta:

Re: Pompe di calore, ma convengono veramente?

Messaggio da mastrovetraio » 29 lug 2018, 12:58

40 e più anni fa, avevo i cataloghi della Carlo Eisner, dove c'era tutto l'occorrente, anche condensatori ad acqua per sostituire quelli ad aria, bell' e pronti. Io non ci voglio guardare, perché se è sparito anche Eisner poi ci stò male. A Roma il deposito -negozio dalla Eisner era per me il paese dei balocchi...

Avatar utente
trattore
Messaggi: 156
Iscritto il: 16 apr 2016, 12:10

Re: Pompe di calore, ma convengono veramente?

Messaggio da trattore » 29 lug 2018, 19:01

40 anni fa.....mi tornano in mente quei grandi compressoroni in ghisa con puleggia azionati a cinghia il refrigerante allora era R12, R18, R22, unità di condensazione con lamelle in ferro !!!!!.

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 981
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: Pompe di calore, ma convengono veramente?

Messaggio da jpquattro » 29 lug 2018, 20:19

Non disprezzare l'R22... i miei condizionatori hanno venti anni, vanno ancora a R22 e ancora funzionano perfettamente....

Prima che qualcuno si metta a strillare anatema anatema, se vanno ancora bene, vuol dire che l'R22 è ancora tutto ben chiuso dentro...

Paolo

Avatar utente
trattore
Messaggi: 156
Iscritto il: 16 apr 2016, 12:10

Re: Pompe di calore, ma convengono veramente?

Messaggio da trattore » 29 lug 2018, 23:34

No no, non lo disprezzo assolutamente, è uno dei gas migliori e performanti, però non sò esattamente da quando, ma ne è stato vietato l’uso se non per ricaricare vecchie macchine funzionanti esclusivamente a R 22, oggigiorno su grandi refrigeratori con almeno 3 kg di gas in su, di qualsiasi tipo, è obbligatorio avere un libretto di controllo annuale dove viene registrata la carica residua, con diagnosi effettuata da un tecnico con rilevatore di perdita.

Rispondi

Torna a “Generale”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti