Rinfrescatori o volgarmente chiamati condizionatori ad acqua

Moderatore: Ferrobattuto

Rispondi
Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 2006
Iscritto il: 19 apr 2011, 9:05

Rinfrescatori o volgarmente chiamati condizionatori ad acqua

Messaggio da eneo » 20 lug 2018, 19:17

Ultimamente ho voluto acquistare uno di questi oggetti, ne ho preso uno bello grosso con molteplici funzioni tra i quali umidificatore, ionizzatore, telecomando, palette orientabili e display con temperatura.
Pagato 80 euro.
Questo rinfrescatore funziona con acqua, ha una vaschetta sul fondo dove viene inserita acqua con i siberini in dotazione, sul fondo della vaschetta c'e' una pompetta che preleva il liquido e la trasferisce sopra facendola cadere su una griglia a nido d'ape posta verticalmente, l'aria spinta da un ventilatore l'attraversa e si rinfresca attraverso l'evaporazione e la temperatura piu' bassa dell'acqua fredda. Come termini di rendimento poniamo che un ventilatore classico sia 1 e un condizionatore a pompa di calore sia 4, il rinfrescatore sta sui 1.1 1.2. funziona di piu' quando l'acqua e' fredda e quando l'umidita' e' bassa. Il giorno dopo l'ho restituito e ho preso uno piu' piccolo, non ho le foto, pagato meno della meta', l'ho portato nel camper e l'ho usato in villeggiatura, posso dire specialmente in presenza di afa rende l'aria ancora piu' pesante aumentandone l'umidita'. Per fortuna ha un tasto che esclude la pompetta e puo' essere usato come un classico ventilatore. Morale non compratelo. ;)
20180612_120149.png
20180612_120149.png (340.82 KiB) Visto 2092 volte
20180612_120201.png
20180612_120201.png (282.83 KiB) Visto 2092 volte
20180612_120223.png
20180612_120223.png (438.25 KiB) Visto 2092 volte
20180612_120241.png
20180612_120241.png (462.24 KiB) Visto 2092 volte
20180612_120257.png
20180612_120257.png (461.3 KiB) Visto 2092 volte
20180612_120330.png
20180612_120330.png (448.13 KiB) Visto 2092 volte
20180612_120345.png
20180612_120345.png (438.48 KiB) Visto 2092 volte
20180612_120434.png
20180612_120434.png (399.59 KiB) Visto 2092 volte
20180612_120447.png
20180612_120447.png (428.9 KiB) Visto 2092 volte
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 157+157Ah SMA tubolare, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7288
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Rinfrescatori o volgarmente chiamati condizionatori ad acqua

Messaggio da Ferrobattuto » 20 lug 2018, 19:51

Forse un sistema del genere funzionerebbe meglio se l'aria fresca e umida scambiasse in qualche modo la sua temperatura con l'aria dell'ambiente che deve rinfrescare, ma senza immettere ulteriore umidità. Tipo uno scambiatore di calore, insomma, ma credo che in quel modo il rendimento calerebbe di parecchio.
Comunque sia grazie per la recensione.
Forse funzionerebbe meglio una sorta di condizionatore che funzioni come i frigo da camper...... Quelli che vanno sia a 12V che a 220V alternati o anche col gas.
Ma forse ne esistono già.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 981
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: Rinfrescatori o volgarmente chiamati condizionatori ad acqua

Messaggio da jpquattro » 20 lug 2018, 22:18

Ferrobattuto ha scritto:
20 lug 2018, 19:51
......
Forse funzionerebbe meglio una sorta di condizionatore che funzioni come i frigo da camper...... Quelli che vanno sia a 12V che a 220V alternati o anche col gas.
Ma forse ne esistono già.
Quelle sono vere macchine frigorifere, basate se la memoria non mi inganna, su l'assorbimento e la rievaporazione di una sostanza in un solvente, il rendimento è più basso delle macchine basate sul passaggio di stato di un gas (freon e simili) ma è pur sempre un ciclo frigorifero vero...
Di macchine di medio-grandi dimensioni, basate su tale meccanismo, mi pare di averne viste, ma, così, non ti saprei fornire un riferimento... magari lo ritrovo... il grande vantaggio è l'assoluta silenziosità e la mancanza di parti in movimento, insomma se non ci sono buchi durano cento anni..

Paolo

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 2006
Iscritto il: 19 apr 2011, 9:05

Re: Rinfrescatori o volgarmente chiamati condizionatori ad acqua

Messaggio da eneo » 21 lug 2018, 0:46

I frigo da camper attuali sono trivalenti, ossia funzionano a gas, 12v e 220v, necessitano di poca energia e si basano su una miscela di ammoniaca acqua e idrogeno. Come detto da jpquattro non sono come i frigo di casa come rendimento, ma funzionano....l'importante per avere una birra fresca e' posizionare il camper lato frigo in ombra da permettere un ricircolo di aria naturale per il raffreddamento.
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 157+157Ah SMA tubolare, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
mastrovetraio
Moderatore
Messaggi: 2853
Iscritto il: 25 nov 2012, 14:01
Località: provincia di Ferrara
Contatta:

Re: Rinfrescatori o volgarmente chiamati condizionatori ad acqua

Messaggio da mastrovetraio » 21 lug 2018, 8:54

È il ciclo ad assorbimento utilizzando il bromuro di litio, la Electrolux è la attuale propietaria del brevetto. Nel link ci sono anche grandi impianti. http://www.centrogalileo.it/nuovapa/art ... ystema.htm

Avatar utente
unimatrixzero
Moderatore
Messaggi: 565
Iscritto il: 21 set 2017, 22:04

Re: Rinfrescatori o volgarmente chiamati condizionatori ad acqua

Messaggio da unimatrixzero » 21 lug 2018, 13:51

eneo ha scritto:
20 lug 2018, 19:17
Ultimamente ho voluto acquistare uno di questi oggetti, ne ho preso uno bello grosso con molteplici funzioni tra i quali umidificatore, ionizzatore, telecomando, palette orientabili e display con temperatura.
Pagato 80 euro.
ma dai !!! non mi dire che anche tu ti sei fatto abbindolare dalle molteplici pubblicità e hai comprato ste baracche .. m039 m039

hmmm... io avevo in mente una cosetta un po diversa, il fatto è che non l'ho ancora realizzata, ma mai dire mai...

insomma un VERO condizionatore a CELLE DI PELTIER !! aria / aria o aria / acqua, il primo è più semplice da realizzare..
Allegati
peltier2.jpg
peltier2.jpg (18.68 KiB) Visto 1853 volte
Riposa in pace Bob Harte .

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7288
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Rinfrescatori o volgarmente chiamati condizionatori ad acqua

Messaggio da Ferrobattuto » 21 lug 2018, 15:30

Ne esistono già..... Diversi anni fa dei paesani "americani" riportarono dagli states un aggeggio che funzionava così: a seconda di come giravi il commutatore della corrente usciva caldo oppure usciva freddo. Ora non ricordo con esattezza come fosse fatto, ma ricordo che dentro c'era una ventola e dei radiatori.
So che esistono dei frigoriferi portatili funzionanti con le celle di Peltier, da collegare alla presa accendisigari dell'auto, ma non ne ho mai avuti.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
mastrovetraio
Moderatore
Messaggi: 2853
Iscritto il: 25 nov 2012, 14:01
Località: provincia di Ferrara
Contatta:

Re: Rinfrescatori o volgarmente chiamati condizionatori ad acqua

Messaggio da mastrovetraio » 21 lug 2018, 16:45

Rendimento ridicolo, in nessun modo paragonabile al condizionatore d'aria a compressore.

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 981
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: Rinfrescatori o volgarmente chiamati condizionatori ad acqua

Messaggio da jpquattro » 21 lug 2018, 19:20

Molto tempo fa mi era venuta l'idea di fare un frigo a celle di peltier per uso nautico e mi ero studiato un po' il problema...
Facendo un riassunto semplificato, le celle di peltier avrebbero un rendimento termico anche discreto, ma solo per delta T molto bassi, banalmente perché le celle stesse hanno una conducibilità termica importante, quindi più è alto il delta T, più è importante la quantità di calore che "ritorna indietro" attraverso la cella.
Nel caso dell'uso nautico si poteva usare acqua di mare per refrigerare il lato caldo delle celle, riducendo molto il delta T, non era comunque possibile arrivare a temperature vicine allo zero senza avere consumi proibitivi, anche partendo da acqua di mare a a 20 gradi (d'estate si può arrivare anche a trenta...)
Contemporaneamente erano disponibili i gruppi compressori preassemblati e precaricati, completi di tutta l'elettronica, le celle frigorifere (lo scambiatore che fa da sportello del ghiaccio) ecc. ecc. il tutto con giunti standard che permettevano di assemblare il tutto con degli innesti rapidi...
C'erano anche i primi esemplari di refrigeratori Stirling...
Paolo

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7288
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Rinfrescatori o volgarmente chiamati condizionatori ad acqua

Messaggio da Ferrobattuto » 21 lug 2018, 23:11

E mettendone due in serie? Tipo sandwich insomma. Il delta T rimane basso ma la differenza di temperatura tra un lato e l'altro è doppia.
Le hanno usate anche per refrigerare le CPU overcloccate, ma immagino che li i rendimenti siano ininfluenti.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 981
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: Rinfrescatori o volgarmente chiamati condizionatori ad acqua

Messaggio da jpquattro » 21 lug 2018, 23:51

Le peltier di cui si parla sono le stesse o per lo meno della stessa famiglia di quelle usate per le CPU.
Le peltier in serie esistono già fatte, ma i risultati casomai sono peggiori, raggiungono temperature più basse, ma possono trasferire quantità di calore ridicole, insomma per raffreddare un campione sotto un microscopio vanno bene, ma se devi raffreddare una lattina di birra...

Se metti due peltier in serie o le alimenti (elettricamente) in parallelo, e allora raddoppia la corrente, o le metti in serie, allora raddoppia la tensione, insomma la potenza usata raddoppia, il freddo prodotto (nel senso di quantità di calore scambiata...) invece no...

Un amico, costruiva sistemi di raffreddamento per microscopi (cosa ci facessero non lo so...) per raffreddare una piccola superficie a bassa temperatura, il modo più semplice che aveva trovato era l'espansione di aria compressa (disidratata...)... ti ricorda niente? i refrigeratori stirling funzionano così...

Paolo

Rispondi

Torna a “Generale”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti